Picolit

Picolit

DOCG Friuli Colli Orientali
Vitigno autoctono friulano

Un vino nato dalle selezioni più nobili delle uve passite e botritizzate del Picolit 100%. È un grande vino da meditazione. Accostamento poco tradizionale ma gradito quello con i formaggi piccanti. Consigliabile degustarlo fresco (13 °C) evitando i bruschi abbassamenti di temperatura che nuocciono alla migliore espressione organolettica del vino.

N° bottiglie prodotte: 1.200 bottiglie da 0,375 l.
Giacitura: 180-350 mt. s.l.m., terreno collinare marnoso-arenaceo.
Resa per ceppo: 0,3/1 kg./ceppo. La resa varia molto di anno in anno per la difficoltà di impollinazione del vitigno.
Modalità raccolta: manuale in cassette.
Vinificazione: una parte delle uve viene raccolta prima della maturazione ideale e messa in fruttaio per l'appassimento (30/60 giorni circa). Questa pratica assicura poi una acidità alta che garantisce al vino una longevità anche di 10/15 anni. L'altra parte delle uve viene lasciata sulla pianta dove nel mese di dicembre con vendemmie scalari vengono raccolti solo gli acini botritizzati. Pratica che consente di arricchire il patrimonio olfattivo del vino. Dopo una pressatura soffice delle uve intere e una successiva separazione del deposito, il mosto inizia la fermentazione a temperatura controllata con lieviti selezionati.
Affinamento: 18 mesi in barriques di rovere. Il vino, con frequenti travasi viene portato a limpidezza per poi essere messo, senza nessuna filtrazione o chiarifica, in bottiglia, dove continua l'affinamento per altri 6 mesi prima della vendita.

Caratteristiche organolettiche:

Colore: giallo dorato.
Profumo: eleganti e fini le sensazioni che dona al naso che ricordano la frutta candita, la frutta secca, il miele.
Sapore: al palato si presenta dolce ed elegante, raffinato ed armonico con sapori di frutta (albicocca, fichi) e miele.